Foto di agrigento

Agrigento si trova a circa 230 metri sopra il livello del mare su due colline: il colle di Girgenti e la Rupe Atenea. Le due colline un tempo erano separate da un avvallamento che era stato creato artificialmente dal filosofo Empedocle per permettere all’aria salubre di circolare nella città sottostante afflitta dalla malaria. Intorno al 1860 iniziazono i lavori per colmare l’avvallamento creando una spianata irregolare.

Nel secondo dopoguerra, la città di Agrigento ha conosciuto un disordinato sviluppo urbano con la costruzione di grattacieli che hanno in gran parte rovinato il paesaggio. Inoltre la frana avvenuta il 19 luglio 1966 ha causato il danneggiamento di antichi quartieri e lasciando senza tetto piú di 7.500 abitanti. L’esigenza di dare un’abitazione agli abitanti ha portato alla nascita, a numerosi quartieri satelliti a pochi chilometri dal centro, spesso collegati con viadotti che caratterizzano il paeseggio urbano.

1 - Valle dei Templi

Una delle cose da fare ad Agrigento è sicuramente visitare la Valle dei Templi. Questa è un’area archeologica della Sicilia in cui si possono ammirare una serie di importanti templi dorici del periodo ellenico in perfetto stato di conservazione.

Corrisponde all’antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento.
Dal 1997 l’intera zona è entrata a far parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. È il simbolo della città e anche di tutta l’isola. È considerata un’ambita meta turistica e ogni anno è visitata da tantissimi visitatori.

L’intero parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi misura circa 1300 ettari.

Vai alla Pagina

2 - Tempio Della Concordia

Una cosa da fare ad Agrigento è una visita al tempio della Concordia, un tempio greco dell’antica città di Akragas e si trova nella Valle dei Templi. E’ uno dei templi più belli e meglio conservati.

Il tempio della Concordia è costruito come quello di Hera su di un massiccio basamento che aveva come scopo quello di elimiare il problema dei dislivelli del terreno roccioso. Proprio per l’ottimo stato in cui si è conservato, questo tempio è considerato uno degli edifici sacri d’epoca classica più notevoli del mondo greco

Vai alla Pagina