Foto di amsterdam

Amsterdam è la città più grande dei Paesi Bassi nonché il fulcro commerciale, bancario e industriale del paese. La caratteristica principale di Amsterdam sono i molti canali che la attraversano: ci sono più di 50 canali e 500 ponti nella città. La città è organizzata a forma di ventaglio, con tre canali principali a semicerchi concentrici. Una gita in barca attraverso i canali dà al visitatore l’opportunitunà di vedere la bellezza della città per intero.

Il fiume Amstel divide la città in due parti principali mentre Il North Sea Canal collega il porto con il Mare del Nord che si trova a 26 kilometri più a ovest. Il canale è abbastanza profondo e largo per il passaggio delle grandi navi oceaniche.

Amsterdam si trova sotto il livello del mare, ma è protetta da dighe e chiuse. Il terreno è così morbido che la città è costruita su pali di legno o di cemento piantati nel terreno.

Da non perdere ad Amsterdam è la piazza centrale Dam dove sorge il palazzo reale e la New Church. L’edificio più antico è la Old Church. Una delle parti più belle di Amsterdam è il quartiere ebraico, dove nacque Spinoza e visse Rembrandt.

1 - Muntplein (Piazza della zecca)

Muntplein, ossia piazza della zecca, è una piazza che si trova al centro di Amsterdam. La piazza è di fatto un ponte, che è il più largo della città, che passa sopra il canale Singel nel punto in cui sfocia sul fiume Amstel. Tutti i ponti di Amsterdam sono numerati e questo è il numero 1.

Il nome Muntplein deriva dal nome della torre Munttoren che sovrasta la piazza. La torre nel medioevo faceva parte di una delle 3 entrate principali della città. La costruzione che si erge accanto alla torre non è originaria ma è stata costruita nel 19-esimo secolo.

Vai alla Pagina

2 - Spui

Da visitare ad Amsterdam è la piazza Spui che si trova al centro della città. Originariamente il luogo era un bacino di acqua che costituiva il limite sud della città. A partire dal 1882 il bacino venne riempito per creare così la piazza Spui.

Per gli amanti dei libri e della letteratura, una cosa da fare ad Amsterdam è sicuramente una visita a questa piazza. Ogni venerdì infatti la piazza si trasforma in un mercato di libri di tutti i generi. La domenica invece ospita un mercato d’arte.

Dal 1996 la piazza venne completamente rinnovata e adesso è un grande spazio pedonale.

Vai alla Pagina

3 - Hermitage

L’ Hermitage ad Amsterdam è un ramo del più importante museo di Hermitage a San Pietroburgo, in Russia. Il museo ha sede nel palazzo in stile classico chiamato Amstelhof.

Al momento è la filiale del museo Hermitage più grande che ci sia. Ha un’area totale di circa 12.000 metri quadrati. L’area delle esposizioni copre circa 2.000 metri quadrati ed è contenuta all’interno di due grandi sale e alcune stanze più piccole.

Lo spazio rimanente è adibito a sale lettura, uffici, un ristornate e anche alloggi per lo staff.

Vai alla Pagina

4 - NEMO Science Center

Per gli appassionati della scienza una cosa da fare ad Amsterdam è una visita al Science Center Nemo che è situato fra Oosterdokseiland e Kattenburg. Il palazzo in cui ha sede il museo è stato disegnato dal famoso architetto Renzo Piano.

Il museo è distribuito su 5 piani. Il primo piano è dedicato al DNA e alle catene di reazione. Al secondo piano troviamo la fabbrica delle palle, dove delle palline di plastica vengono inviati su un circuito e i visitatori devono suddividere le palline in base al peso e colore e inviarle alla fase di imballaggio. Al secondo piano troviamo anche una piccola caffetteria, un cinema.

Al terzo piano troviamo un grosso laboratorio in cui i visitatori possono divertirsi a fare semplici esperimenti scientifici. Al quarto piano vi è una sezione dedicata alla mente umana con diversi test di memoria o sensoriali.

Al quinto piano vi è una caffetteria e un’area per i bambini, ma soprattutto si gode una bellissima vista sulla città e dintorni.

Vai alla Pagina

5 - Koninklijk Paleis Amsterdam (Palazzo reale)

Una delle mete più visitate ad Amsterdam è il Palazzo Reale che si trova nella centrale piazza Dam. Originariamente era la sede del Municipio ed è infatti noto anche come Municipio di Amsterdam, ma poi fu trasformato in residenza reale.

L’edificio è in stile barocco olandese e sorse a partire dal 1648, anno dell’indipendenza dei Paesi Bassi. Fu progettato da Jacob van Campen. La struttura è a pianta rettangolare, e su ogni prospetto presenta una successione di aperture così da rendere l’edificio imponente e severo.

Vai alla Pagina

6 - Madame Tussauds

Madame Tussauds è uno dei musei delle cere più famoso e presente in molte città del mondo, oltre che ad Amsterdam, come ad esempio Londra, Berlino, Hong Kong, Las Vegas, New York, Shangai, Washington, Vienna e Hollywood.

All’interno si trovano le riproduzioni in cera di tantissimi personaggi famosi ed è quindi divertente passare una giornata facendosi fotografare con i vip di tutto il mondo anche se purtroppo solo di cera.

Vai alla Pagina

7 - Anne Frank House

Una dei luoghi di interesse più visitati ad Amsterdam è sicuramente la casa di Anna Frank, che è una casa-museo allestita a partire dal 1960 e si trova in Prinsengracht ai numeri 263 – 265.

Di fatto il museo è l’abitazione in cui si nascose per due anni, dal 1942 al 1944, la giovane ebrea Anna Frank insieme alla sua famiglia durante il periodo dell’occupazione nazista. L’edificio è stato acquistato dalla Anne Frank Stitching.

Vai alla Pagina

8 - Museumplein

Una delle zone più belle di Amsterdam è il Museumplein, un grande spazio all’aperto che si trova a Sud di Amsterdam. Sulla piazza si affacciano 3 dei maggiori musei di Amsterdam: Rijksmuseum, il museo di Van Gogh e il teatro dell’opera Concertgebouw.

Questa grande piazza venne ridisegnata dall’architetto Sven-Ingvar Andersson nel 1999. Adesso vi sono anche dei parcheggi sotterranei e un mercato sotterraneo. In inverno lo stagno viene trasformato in una pista di ghiaccio.

Questo spazio è anche usato per eventi di massa come ad esempio festival, celebrazioni e dimostrazioni.

Vai alla Pagina

9 - Rijksmuseum

Una cosa da fare ad Amsterdam è visitare il museo Rijksmuseum che è un museo dedicato all’arte e alla storia. Inizialmente era situato nel palazzo reale e successivamente nel Trippenhuis.

L’attuale palazzo in cui è ospitato è stato progettato da Pierre Cuypers e venne aperto nel 1885, ma è stato chiuso per restauri dal 2003 al 2013. E’ stato quindi riaperto al pubblico solamente nell’aprile del 2013 dalla regina Beatrice.

Il museo ospita al suo interno una collezione di circa 8.000 oggetti d’arte e di storia. Vi sono opere di Rembrandt, Frans Hals e Johannes Vermeer.

Vai alla Pagina

10 - Leidseplein

Fra le tantissime e bellissime piazze di Amsterdam c’è anche da vedere la piazza di Leidseplein che, insieme a Piazza Dam, a Rembrandtplein e a Waterlooplein, è una delle più famose piazze della città.

E’ nota anche come “piazza del guazzabuglio” in quanto è il centro focale della vita notturna olandese. La piazza si trova nella zona sud-occidentale della città ed è sempre molto affollata.

Il nome deriva dall’enorme porta cittadina Leidsepoort che si trovava lungo la strada che collegava Amsterdam a Leida.

Vai alla Pagina

11 - Rembrandtplein

Da visitare ad Amsterdam è la piazza Rembrandtplein che, soprattutto di sera diventa uno dei fulcri della vita notturna della città, oltre al quartiere a luci rosse e a Leidseplein.

E’ una delle piazze più celebri di Amsterdam che prende il nome dal pittore Rembrandt. Nella piazza infatti possiamo ammirare la statua dedicata in suo onore. La piazza ha assunto diversi nomi nel corso degli anni: in precedenza si chiamava Botermarkt e, ancora prima, Reguliersplein.

Vai alla Pagina

12 - Dam

Sicuramente piazza Dam è la piazza più famosa e nota di Amsterdam. Si trova nella Nieuwe Zijde e venne costruita intorno al 1270.

Un tempo la piazza ospitava un mercato e adesso su di essa si affaccia uno dei monumenti più importanti di Amsterdam, ossia il Palazzo Reale. Ma sulla piazza troviamo anche diversi monumenti ed edifici importanti come ad esempio il Nationaal Monument, la Nieuwe Kerk e il museo delle cere Madame Tussauds Scenerama.

Piazza Dam occupa il primo posto nel cosiddetto Canon van Amsterdam.

Vai alla Pagina

13 - De Wallen (quartiere a luci rosse)

Una visita ad Amsterdam non è del tutto finita se non si va a fare un giro nel quartiere più noto della città: De Wallen ossia il quartiere a luci rosse per eccellenza.

E’ una delle maggiori mete turistiche della città, nonché uno dei più famosi quartieri a luci rosse d’Europa e del mondo. Comprende diversi isolati ed è attraversato da numerosi canali nella parte antica di Amsterdam.

L’area contiene diverse stanze, affittate da prostitute, che offrono i loro servizi dietro ad una vetrina, illuminata appunto dalle tipiche luci rosse. Nel quartiere si possono trovare ovviamente numerosi sexy shop, teatri erotici, un museo del sesso e uno della cannabis, oltre ai tanti caffe shop che vendono erba.

Vai alla Pagina

14 - Sex Museum

Il museo, il cui tema principale è ovviamente la sessualità del corpo umano, si trova di fronte alla stazione centrale, in una delle strade piu trafficate della città.

All’ingresso si vede la statua in gesso della Venere, infatti il nome intero del museo è Sex Museum – “Il tempio di Venere“. Nel museo ci sono le statue in cera di Mata Hari e i suoi partner maschili, Marilyn Monroe e due enormi falli in plastica. E’ possibile fare foto in tutto il museo.

Il museo è diviso in diverse sale: Mata Hari, Marchese de Sade, Rodolfo Valentino, Oscar Wilde, marchesa di Pompadour, in ognuna di esse si possono ascoltare diversi rumori dagli altoparlanti nascosti.

Suggeriamo comunque di andare ben oltre alla mera presentazione, in quanti nel muso vi sono molte centinaia di pezzi d’arte interessanti, oggetti unici e rare e vecchie fotografie.

Vai alla Pagina
Booking.com