Foto di atene

La maggior parte delle persone hanno un rapporto di amore-odio per la capitale della Grecia. Da una parte è una città con una grande varietà di cose da vedere e da fare. Da qui si possono raggiungere la maggior parte dei posti in Grecia: in aereo, in treno, in barca o in autobus. Dall’altra parte è una città affollata e caotica. Ci sono luoghi che di notte è meglio non frequentare da soli, e inoltre ci sono grossi problemi di traffico e di inquinamento.

Tuttavia rimane un luogo affascinante: è una delle città più antiche del mondo. Dopo le Olimpiadi molte cose sono state migliorate: un sacco di edifici sono stati ristrutturati e sono stati realizzati grandi progetti. E’ stata rimodernizzata l’infrastruttura della città con la costruzione di nuove autostrade. Molte aree storiche di Atene sono state pedonalizzate, come tutta la zona che circonda l’Acropoli da via Dionysiou Areopagitoy fino Thission e Keramikos. Anche Plaka è al 90% pedonale così come la strada Ermou, la strada principale dello shopping.

1 - Piazza Syntagma (Πλατεία Συντάγματος)

Una delle maggiori attrazioni di Atene è sicuramente Piazza Syntagma, che è una delle più famose piazze della città e della Grecia. La piazza prende il nome dalla costituzione concessa dal re Ottone I di Wittelesbach nel 1843.

La piazza è coronata dal Parlamento Ellenico. Ospita la tomba del Milite Ignoto inaugurata nel 1932. Montano la guardia gli Euzones, soldati con la caratteristica fustanella, tipico indumento maschile anche se a forma di gonnellino, e le babbucce con la punta ricurva.

Molto folcloristica la cerimonia del cambio della guardia alla quale assistono sempre numerosi turisti.

Vai alla Pagina

2 - Museo dell'Acropoli (Μουσείο Ακρόπολης) 

Nel Museo dell’Acropoli sono raccolte numerose testimonianze dell’architettura arcaica rinvenute sull’Acropoli, e meravigliose sculture del periodo classico.

Dal 2009, data l’imponenza delle collezioni archeologiche, il Museo è stato trasferito in una nuova sede più ampia nella città bassa ai piedi dell’Acropoli. All’interno sono riunite tutte le parti del famoso fregio del Partenone in possesso del governo greco. Tale ricostruzione è stata eseguita con le stesse dimensioni ed orientamento dell’originale; tuttavia mancano alcune parti attualmente in possesso di altri Paesi, come i famosi marmi di Elgin attualmente esposti al British Museum di Londra.

La Comunità Internazionale ne richiede da anni la restituzione al Governo Greco delle parti mancanti.

Vai alla Pagina

3 - Kolonaki (Κολωνάκι)

Kolonaki, che significa letteralmente “piccola colonna”, è un elegante quartiere che si trova al centro di Atene. E’ situato alle pendici della collina Lycabettus. Il nome deriva dalla colonna alta due metri che definiva l’area ancora prima che venne costruita la prima casa.

Kolonaki è un quartiere elegante ed esclusivo ma anche ritrovo mondano per le serate greche. E’ anche una delle zone commerciali più importanti di Atene, è ricca di negozi di alta moda ma anche abbigliamento casual, sia per piccoli che per adulti.

Una delle vie principali dello shopping è via Voukourestiou, dove si trovano numerosi negozi di gioielleria. Ma a Kolonaki si trovano anche diversi musei: il museo Benaki, che si trova all’interno di una villa neoclassica, e il museo Goulandris. In entrambi i musei troviamo due delle più belle collezioni private del paese.

Altri musei che si trovano in Kolonaki sono il museo della Storia e dei costumi della Grecia, il museo del Teatro, il museo Bizantino e il museo della Guerra.

Vai alla Pagina

4 - Monastiraki (Πλατεία Μοναστηρακίου)

Uno dei quartieri più belli di Atene è sicuramente Monastiraki, che deve il suo nome ad un antico monastero che in origine si trovava sulla piazza. Il quartiere è ricco di locali, negozi e bancarelle ed è famoso soprattutto per il suo mercatino delle pulci.

Oltre al mercatino, a Monastiraki si possono visitare anche molte chiese e monumenti. A Platea Mitropoleos, ad esempio, si possono ammirare le due cattedrali Mikri Metropoli (la piccola) e
Megali Metropoli (la grande). Quest’ultima è la cattedrale di Atene ed ospita gli avvenimenti importanti, come matrimoni e funerali di stato.

In Monastiraki troviamo anche la moschea Tzistarakis, sulla quale si tramanda un’antica leggenda. Si racconta infatti che il governatore di Atene Tzistarakis, distrusse una delle poche colonne rimaste del Tempio di Zeus, per usarne le pietre per erigere la moschea. Ma ogni colonna si reggeva con un incantesimo, distrutto il quale, la città venne invasa da un’epidemia di peste e la colpa fu data al governatore, che fu destituito dalla carica e misteriosamente avvelenato. Oggi, la moschea ospita il Museo della Ceramica.

Vai alla Pagina

5 - Acropoli di Atene (Ακρόπολη Αθηνών) 

Sicuramente il luogo più visitato della città e quello più rappresentativo della storia e della cultura greca. Domina la città dall’alto dei suoi 156 metri.

Sulla cima, spianata dall’opera dell’uomo per circa 40 mila mq, si erge il famoso Partenone dedicato alla dea Atena. Altro nome dell’Acropoli è Cecropia dal nome del primo re ateniese Cecrope, che secondo la leggenda era metà uomo e metà serpente.

Nel 1987 è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità.

Vai alla Pagina

6 - Stadio Panathinaiko (Παναθηναϊκό Στάδιο - Καλλιμάρμαρο)  

Lo Stadio Panathinaiko, che vuol dire “di tutti gli ateniesi” è stato costruito nel 560 a.c. ed è forse l’impianto sportivo  più longevo al mondo.

E’ detto anche Kallimarmaron che significa “dei bei marmi” poiché è stato realizzato interamente col pregiato marmo pentelico che prende il nome dall’omonimo monte nei pressi di Atene da cui è estratto.

In questo stadio si sono svolte le prime Olimpiadi dell’era  moderna nel 1896, ed alcune manifestazioni dei giochi della XXVIII Olimpiade.

Vai alla Pagina

8 - Gazi (Γκάζι)

Gazi è un quartiere di Atene che prende il nome dal vecchio centro di distribuzione del gas.

I vecchi impianti sono stati in seguito trasformati in spazi per eventi culturali e manifestazioni espositive. Ricco di ottimi ristoranti che propongono la vera cucina greca.

Vai alla Pagina

9 - Partenone (Παρθενώνας) 

Il Partenone sorge sull’Acropoli, eretto per volere di Pericle, in onore della dea Athena Partenos protettrice della città e ospitava al suo interno una sua statua alta 12 mt. in avorio e oro.

Le sue perfette forme architettoniche hanno influenzato numerosi architetti e disegnatori di tutte le epoche (il famoso radiatore della Rolls-Royce è ispirato proprio al Partenone). E’ senza dubbio il monumento più famoso e conosciuto dell’antica Grecia,e le sue decorazioni rappresentano il massimo esempio dell’arte greca classica.

Il Partenone inoltre è il simbolo duraturo della democrazia ateniese.

Vai alla Pagina

10 - Monte Licabetto (Λόφος Λυκαβηττού) 

Licabetto è una collina alta 272 metri sopra il livello del mare, situata al centro di Atene e ne rappresenta il punto più alto da dove si gode una vista meravigliosa.

Secondo il mito si tratta di una enorme roccia che la dea Atena voleva porre sulla cima dell’Acropoli ma che si lasciò sfuggire durante il trasporto. Il suo nome è dovuto al fatto che anticamente la zona era popolata da lupi: licabetto infatti in greco significa lupo. Ospita la cappella di S. Giorgio, un teatro ed un ristorante.

E’ comodamente raggiungibile in auto o con una teleferica che parte da Kolonaki, oppure a piedi tramite numerosi e bellissimi sentieri che attraversano un fitto bosco di abeti e cipressi.

Vai alla Pagina

11 - Museo Nazionale di Archeologia (Εθνικό Αρχαιολογικό Μουσείο)

Il Museo Nazionale di Archeologia è il più grande Museo della Grecia ed il più ricco al mondo.

All’interno vi sono 11690 reperti tra cui la famosa maschera funeraria d’oro attribuita ad Agamennone. Le opere esposte abbracciano tutta l’arte ellenica dal periodo cicladico, al miceneo fino a quello classico.

Ha sede in Odos 28 Oktovriou in un bellissimo palazzo tipicamente neoclassico.

Vai alla Pagina

12 - Plaka (Πλάκα) 

Plaka è il quartiere più bello e caratteristico di Atene, situato proprio ai piede dell’Acropoli, ricco di scorci dell’Atene antica.

Attira tutti i visitatori per le sue strade strette e tortuose e le innumerevoli scalinate. Vi si trovano numerosi locali, caffè, ristoranti e le tipiche taverne dove si può gustare l’ottimo vino Retsina, così chiamato per l’aggiunta di resina di pino secondo un’antichissima tradizione.

La strada più importante è il corso Odos Adrianou che attraversa il quartiere, ricco di negozi di souvenir che richiamano un gran numero di turisti.

Vai alla Pagina

13 - Mikrolimano (Μικρολίμανο)

Mikrolimano significa “Piccolo Porto” ed è infatti il più piccolo dei tre porti del Pireo, destinato alle imbarcazioni da diporto.

E’ conosciuto anche come Turcolimano, “Porto dei Turchi”. Mikrolimano è famoso per i suoi ristoranti di pesce, frequentatissimi dai turisti e dagli ateniesi stessi.

Vai alla Pagina

14 - Odeon di Erode Attico (Ωδείο Ηρώδου Αττικού)

L’Odeon di Erode è un piccolo anfiteatro risalente al II secolo d.C., in ottimo stato di conservazione grazie al restauro degli anni ’50.

Interamente in pietra su un ripido pendio sul versante SUD dell’Acropoli, fu fatto costruire dal ricchissimo politico Erode Attico in memoria della moglie Annia Regilla. Era destinato a rappresentazioni musicali e poteva contenere 5000 persone. E’ utilizzato ancora oggi per il Festival Ateniese da Giugno a Settembre e per manifestazioni importanti.

Ha ospitato anche Maria Callas, Mikis Teodorakis, Nana Mouskouri, Maurice Bejart.

Vai alla Pagina

15 - Giardino Nazionale (Εθνικός Κήπος) 

Si estende per 160.000 mq e la sua realizzazione richiese circa 20 anni. Terminato nel 1860 doveva essere il parco del Palazzo Reale in onore della regina Amalia. Oggi è un parco pubblico ricco di circa 500 specie diverse di piante e alberi che offrono una deliziosa frescura contro il caldo estivo.

Fontane laghetti e statue rallegrano lo sguardo e lo spirito durante le passeggiate lungo i numerosi sentieri che lo attraversano. E’ situato dietro Piazza Syntagma e si prolunga fino allo Stadio Panathinaikos.

Vai alla Pagina

16 - Tempio di Zeus Olimpio (Ναός Ολυμπίου Διός)

Se il Partenone è il tempio più famoso della Grecia, il tempio di Zeus Olimpio è quello più grande: misura infatti 96 metri di lunghezza per 40 di larghezza, conta ben 104 colonne alte 17 metri di cui sono rimaste intatte solo 15.

La sua costruzione iniziò nel 525 a.C. ma per complesse vicissitudini fu completato solo nel 131 d.C. dall’imperatore Adriano che vi collocò una statua di Zeus, Giove per i Romani, di oro e avorio. Si trova a circa 700 metri da Piazza Syntagma.

Vai alla Pagina

18 - Exarchia (Εξάρχεια) 

Exarchia è un quartiere sorto verso la fine del 1800 alla periferia della città. Dopo la costruzione del Politecnico Universitario è diventato  la culla del Movimento Anarchico e più in generale della contestazione giovanile.

Proprio da qui partì  nel 1973 la rivolta contro la dittatura dei colonnelli. Ma Exarchia è anche, o proprio per questo, ricco di iniziative culturali, manifestazioni artistiche, spettacoli, concerti, attività politiche e sociali.

Numerosi i caffè, librerie, bazar e piccole botteghe artigiane.

Vai alla Pagina

19 - Museo Benaki (Μουσείο Μπενάκη)

Uno dei musei da vedere ad Atene è il Museo Benaki, fondato nel 1931 da Antonis Benakis, famoso collezionista di opere d’arte.

Raccoglie capolavori che vanno dalla preistoria all’era moderna e ha la sua sede presso la residenza che fu appunto del fondatore. Le sue più di 20.000 opere vanno dai mosaici, alle sculture, agli affreschi, soprattutto di carattere religioso. Provengono, oltre che dalla Grecia, dalla Turchia, dalla Russia e dai Paesi Balcanici.

Molto ricca la raccolta di icone bizantine e di grande interesse i reperti dell’età del bronzo come armi, elmi e gioielli. Si trova in Koumpari 1 nei pressi di Piazza Syntagma.

Vai alla Pagina

20 - Αρχαία Αγορά (Ancient Market)

Αρχαία Αγορά (Ancient Market) è ubicato al seguente indirizzo: Αδριανού 24. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni precise su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualunque altro punto sulla mappa.

Vai alla Pagina

21 - Anafiotika (Αναφιώτικα)

Anafiotika è un caratteristico quartiere di Atene che fa parte del quartiere storico Plaka. Si trova nella parte nord est dell’Acropoli.
Le prime case furono costruite nell’era del re Othon, quando i lavoratori provenienti dall’isola di Anafi si trasferirono ad Atene per lavorare alla costruzione del maestoso palazzo di re Othon. I primi due lavoratori furono il carpentiere G. Damigos, e l’operaio edile M. Sigalas. Ma presto, lavoratori da altre parti delle Cicladi cominciarono ad affluire per cercare lavoro ad Atene.
Nel 1922 cominciarono ad arrivare immigrati anche dal vicino Oriente, e la popolazione cominciò a diversificarsi. Prima infatti la popolazione era costituita solamente da gente proveniente esclusivamente dalle Cicladi. Nel 1950 parte del quartiere venne distrutto per motivi archeologici e nel 1970 lo stato cominciò a comprare le case di Anafiotika. Al giorno d’oggi sono solo 45 le case che restano nel quartiere.
L’intero quartiere è stato costruito in base all’architettura tipica delle Cicladi, e tuttora vi è una atmosfera di isola nel cuore della città. Nel quartiere si trovano le case con i muri bianchi spesso coperti dai fiori di Bougainvillea, e gli spazi sono molto stretti, piccole viuzze e case con i classici terrazzi delle isole greche. Sembra davvero una piccola isola al centro di Atene.

Vai alla Pagina

22 - Museo della Arti Cicladi (Μουσείο Κυκλαδικής Τέχνης)

La Fondazione Nicholas P. Goulandris, meglio noto come Museo delle Arti Cicladi, è uno dei musei più splendidi di Atene. Al suo interno ospita una magnifica collezione di manufatti dell’arte delle isole Cicladi.
Il Museo venne fondato nel 1986 per raccogliere la collezione appartenente a Nicholas e Dolly Goulandris su antichi reperti delle arti delle Cicladi e della Grecia Antica. Dall’inizio degli anni ’60, la coppia collezionò antichi reperti di origine greca, con uno speciale interesse verso l’arte preistorica delle isole Cicladi che si trovano nel Mar Egeo.
 
Il palazzo che ospita il Museo si trova al centro di Atene e venne costruito nel 1985.

Vai alla Pagina

23 - Piazza Omonia (Πλατεία Ομονοίας)

Piazza Omonia è una delle piazza più famose e grandi di Atene.
Si trova nella parte nord del centro di Atene ed è una delle piazze più trafficate della città, per via anche della stazione ferroviaria Omonia che si trova lì vicino.
Nella piazza si trovano anche numerosi alberghi, ristoranti ed è sempre molto frequentata dai turisti anche per la vicinanza al Museo Archeologico Nazionale, situato in via Patissio.

Vai alla Pagina

24 - Mausoleo di Philopappos (Φιλοπάππου)

Il monumento di Philopappos è un antico mausoleo greco dedicato a Gaius Julius Antiochus Epiphanes Philopappos o, più semplicemente Philopappos, principe del regno di Commagene.

Il monumento è situato sopra la collina di Mouseion ad Atene, nella parte sud ovest rispetto all’Acropoli.

Vai alla Pagina