Foto di berlino

E’ proprio il contrasto tra edifici storici e architettura contemporanea, tradizione e modernità che caratterizzano Berlino. Tutti i monumenti e gli edifici di Berlino raccontano la storia di un popolo: dalla Porta di Brandeburgo alla Cancelleria, tutti i principali edifici governativi, in particolare il Reichstag, sede del Parlamento tedesco.

Nella città ci sono più di 170 musei, orchestre tra cui la tanto famosa Filarmonica di Berlino, e tre grandi teatri d’opera che fanno di Berlino un paradiso per gli amanti della musica classica. Ma Berlino è anche una città rilassante, la città più verde della Germania, con grandi parchi, foreste e laghi. In estate soprattutto vi sono molte attività da fare all’aperto, bar sulla spiaggia, caffè, cinema e teatri all’aperto.

Le attrazioni più importanti di Berlino includono la Porta di Brandeburgo, lo zoo di Berlino, che è uno dei più grandi giardini zoologici del mondo, l’isola dei musei (che contiene cinque musei, nonché la cattedrale protestante, o Dom), i resti del Muro di Berlino, il Memoriale dell’Olocausto, il monumento ai soldati sovietici e l’Europa Center che ha aperto nel 1963 ed è uno dei più grandi centri commerciali d’Europa.

1 - Il Muro di Berlino

Sicuramente il Il Muro di Berlino è una delle mete turistiche più visitate e note di Berlino. E’ stato fatto costruire dal governo della Germania est per bloccare il passaggio delle persone tra Berlino Est e Ovest.

Il muro venne costruito il 13 agosto 1961 e venne abbattuto solamente il 9 novembre 1989, tenendo le due città, Berlino Est e Berlino Ovest, separate. La separazione era costituita da due muri paralleli in cemento armato e in mezzo vi era una striscia di terra chiamata “striscia della morte”.

Sul muro erano disposte diverse vedette che avevano il compito di sparare a chiunque provasse a scavalcare il muro. Durante questi anni furono uccise dalla polizia di frontiera almeno 133 persone. Anche se secondo alcuni studiosi furono effettivamente più di 200 le persone uccise mentre tentavano di raggiungere Berlino Ovest.

Vai alla Pagina

2 - Museo DDR

Il Museo DDR è un museo interattivo che si trova al centro di Berlino. E’ situato in quello che prima era il distretto governativo della Germania Est, sulla sponda destra del fiume Spree, sul lato opposto alla cattedrale di Berlino.

L’esposizione mostra la vita giornaliera nella Germania dell’Est e i visitatori si ritrovano a provare in prima persona le sensazioni di essere sorvegliati e spiati. Il museo venne aperto solamente nel Luglio del 2006 come un museo privato.

Nel 2008 il Museo DDR è stato nominato per il premio come migliore Museo Europeo dell’anno.

Vai alla Pagina

3 - Hackesche Höfe

Una delle cose da fare a Berlino è visitare la Hackesche Höfe che è un complesso edilizio nei pressi di Scheunenviertel, vicino a  Hackescher Markt.

Il complesso consiste di 8 cortili connessi fra loro, ai quali si può accedere attraverso l’entrata principale sormontata da un arco che si trova al numero 40 di Rosenthaler Straße. E’ stato progettato da Kurt Berendt e August Endell in stile Art Nouveau. Il primo cortile è adornato da una magnifica facciata policromatica in mattoni smaltati.

Durante la Seconda guerra mondiale è stato danneggiato gravemente ma venne restaurato che hanno riportato gli edifici e i cortili allo stato originale. All’interno dei cortili si trovano numerosi negozi, ristoranti, gallerie d’arte e anche un teatro, rendendo la zona molto frequentata.

Vai alla Pagina

4 - Jüdisches Museum (Museo ebraico)

Il Museo Ebraico di Berlino è uno dei musei più interessanti della città ed anche il museo ebraico più grande d’Europa. Il museo risiede in due edifici, uno dei quali è un’ampliamento costruito appositamente per il Museo e progettato dall’architetto Daniel Libeskind.

Due millenni di storia degli ebrei in Germania sono esposti nelle mostre permanenti nel museo alla quali si aggiungono anche molte altre mostre temporanee.

Il museo è aperto solamente dal 2001.

Vai alla Pagina

5 - Checkpoint Charlie

Un posto caratteristico da visitare a Berlino è il Checkpoint Charlie, che era un posto di blocco sul confine che divideva il settore di occupazione sovietico con quello americano. Era situato sulla Friedrichstraße, all’altezza dell’incrocio con Zimmerstraße.

Il passaggio era consentito solo ai militari delle forze alleate, ai diplomatici e ai cittadini stranieri. Con la riunificazione della Berlino Est con la Berlino Ovest il checkpoint venne abbattuto e il posto di guardia è conservato ora nel museo Alliertenmuseum. Quella che si trova adesso sulla Friedrichstraße ne è una ricostruzione fedele.

Il Museo del Muro si trova a pochi metri dal Checkpoint Charlie.

Vai alla Pagina

6 - Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo è uno dei simboli di Berlino e si trova in Pariser Platz. La piazza prende il nome dalla capitale francese, in onore dell’occupazione di Parigi da parte della Sesta coalizione.

La Porta di Brandeburgo rappresentava l’ingresso alla città, e intorno alla fine del 18-esimo secolo venne ricostruita totalmente come arco di trionfo in stile neoclassico. La sua costruzione fu commissionata dal re Frederick William II di Prussia come simbolo di pace e costruito da Carl Gotthard Langhans.

Ha subito diversi danni durante la seconda guerra mondiale e venne completamente ristrutturato tra il 2000 e il 2002.

Vai alla Pagina

7 - Neues Museum

Il Neues Museum, in italiano il Museo Nuovo, è un museo di Berlino che si trova a nord dell’Altes Museum, ossia il Museo Vecchio.

E’ stato costruito tra il 1843 e il 1855 secondo il progetto di Friedrich August Stüler. Venne chiuso nel 1939 con l’inizio della seconda guerra mondiale e venne pesantemente danneggiato durante il bombardamento della città. Il museo venne riaperto ufficialmente nel 2009.

All’interno si possono ammirare le sezioni dedicate all’Egitto, alla Preistoria. Il museo ospita anche il busto della regina egiziana Nefertiti.

Vai alla Pagina

8 - Sony Center

Il Sony Center è stato progettato dall’architetto Helmut Jahn su commissione della Sony. Si trova presso Potsdamer Platz ed è costituito da un complesso di 7 edifici disposti su un’area di circa 26.000 mq.

Ha una struttura triangolare e nel complesso si trovano sia abitazioni, uffici e anche molte strutture di intrattenimento. A un vertice del triangolo si trova la BahnTower, un edificio di 103 metri di altezza.

Nella costruzione predominano vetro e acciaio, e al suo interno troviamo il Forum, una piazza ovale coperta da uno spettacolare tetto fatto a ombrello fissato a un enorme anello di acciaio che si poggia sugli edifici circostanti.

Questa grossa copertura dovrebbe rappresentare il monte Fuji. Infatti, secondo le credenze giapponesi, nelle montagne vivono i kami, che sono dei numi tutelari della fede shintoista. Siccome a Berlino non ci sono montagne, questa struttura avrebbe dovuto quindi rappresentare una casa artificiale per i kami, in modo da proteggere la sede europea della Sony.

Vai alla Pagina

9 - Reichstag

Il Reichstag è uno degli edifici storici e diventato uno dei simboli di Berlino. Venne costruito per ospitare le riunioni del Reichstag, il parlamento del Reich tedesco.

Fu aperto nel 1894, nel 1933 venne gravemente danneggiato in un incendio, e dopo la seconda guerra mondiale l’edificio cadde in disuso. Tornò ad essere la sede del parlamento tedesco nel 1999.

Il termine Reichstag deriva dal Sacro Romano Impero e cessò di esistere durante il periodo della Germania nazista. L’attuale parlamento tedesco si chiama Bundestag, e con il termine Reichstag ormai ci si riferisce solo all’edificio.

Vai alla Pagina

10 - Denkmal für die ermordeten Juden Europas (Monumento all'Olocausto)

Il monumento all’Olocausto è un monumento in memoria di tutti gli ebrei vittime dell’Olocausto.

Progettato dall’architetto Peter Eisenman e dall’ingegnere Buro Happold, l’opera consiste di 19.000 mq in cui sono disposti 2.711 lastre di cemento, o stele, organizzate in una griglia su un terreno in discesa. Le stele hanno diverse altezze da 0,2 a 4,8 metri.

Secondo Eisenman, queste lastre sono state progettate per riprodurre un’atmosfera di confusione e l’intera scultura rappresenta un presunto sistema ordinato che ha perso il contatto con la ragione umana. Tuttavia la prima impressione è quella di un cimitero.

Vai alla Pagina

11 - Pergamonmuseum (Museo di Pergamo)

Altro museo da visitare a Berlino è il Museo di Pergamo, situato sull’isola dei musei. E’ uno dei musei archeologici più importanti della Germania e ogni anno è visitato da numerosi visitatori.

Il sito è stato progettato da Alfred Messel e Ludwig Hoffmann è fu costruito in circa 20 anni, dal 1910 al 1930. Il nome deriva dall’antica città di Pergamo in Anatolia, da cui infatti provengono la maggior parte delle opere esposte.

Il museo è suddiviso in 3 sezioni: la sezione dedicata ai reperti antichi, una sezione dedicata al museo del Medio Oriente e un’altra sezione dedicata al museo dell’arte islamica.

Vai alla Pagina

12 - Topographie des Terrors (Topografia del Terrore)

Una cosa da fare a Berlino è visitare la Topografia del Terrore, che è museo che comprende sia un’area all’aperto che una al coperto. E’ situato su Niederkirchnerstrasse, la zona di palazzi che durante il regime nazista dal 1933 al 1945, rappresentava il quartier generale della Gestapo e della SS, i due strumenti principali della repressione durante il periodo nazista.

I palazzi dove risiedeva la Gestapo e la SS furono duramente colpiti e distrutti durante il bombardamento da parte degli alleati durante i primi anni del 1945. Il muro in questa zona non venne mai demolito ed è anzi il segmento di muro più lungo che è “sopravvissuto”.

I sotterranei del quartier generale della Gestapo, dove molti prigionieri politici furono torturati e uccisi, sono stati ritrovati e portati alla luce. Ora questi sono adibiti a musei all’aperto. Nel 2010 è stato aperto anche il museo al coperto.

Vai alla Pagina

13 - Deutsches Historisches Museum

Una cosa da fare a Berlino è visitare il Deutsches Historisches Museum, o in breve DHM. Il museo è dedicato alla storia tedesca e si trova nel palazzo Zeughaus.

Il museo è stato fondato nel 1987 in occasione del 750 ° anniversario della fondazione della città, ed è stato inaugurato nel Palazzo del Reichstag nella ex Berlino Ovest.

All’interno del museo vi possono ammirare alcune sezioni dedicate alla cultura della vita quotidiana, stampe antiche, archivi di documenti e foto, collezioni di film, sculture, quadri, stampe, oggetti militari, numismatica.

Vai alla Pagina

14 - Fernsehturm (Torre tv)

Una delle attrazioni più belle da vedere a Berlino è sicuramente la torre tv Fernsehturm che si trova al centro della città. E’ situata vicino ad Alexanderplatz, è stata costruita fra il 1965 e il 1969 dall’amministrazione della Repubblica Democratica Tedesca.

Ha un’altezza di 368 metri ed è la struttura più alta della Germania. Vi è una piattaforma l centro della sfera dalla quale si può vedere tutta la città e vi è anche un ristorante. La piattaforma panoramica si trova a un’altezza di 203 metri. Il ristorante invece si trova su una piattaforma girevole a un’altezza di 207 metri.

L’ascensore impiega 40 secondi a portare i visitatori fino alla piattaforma.

Vai alla Pagina

15 - Pariser Platz

Pariser Plaz, ossia piazza Parigi, è la piazza più antica e più importante di Berlino, si trova vicino la Porta di Brandeburgo alla fine dell’Unter den Linden, la via principale, ricca di negozi. Il nome derviva dalla capitale francese, in onore dell’occupazione di Parigi da parte della Sesta coalizione nel 1814.

Sulla piazza si affacciano molti degli edifici storici e politici che hanno segnato la storia della Germania.Il più importante è sicuramente la Porta di Brandeburgo (Brandenburger Tor) che, durante gli anni della Guerra fredda ha diviso, insieme al muro di Berlino, la città di Berlino in due parti.

Inoltre ci sono le ambasciate americana e francese e il famoso hotel Adlon che venne distrutto dai bombardamenti durante la seconda Guerra Mondiale e che venne ricostruito quasi per intero.

Vai alla Pagina
Booking.com