Foto di madrid

Madrid è una città decisamente cosmopolita che raccoglie in sé suoni, sapori e tradizioni di tutto il Paese. La città offre al turista qualsiasi tipo di divertimento, discoteche, club, taverne, ristoranti di qualsiasi genere.

Il Palacio Real è sicuramente il palazzo più bello e importante di Madrid, in quanto costruito come residenza reale anche se ormai viene utilizzato solo per le occasioni ufficiali. Madrid è una città ricca di splendide piazze, fra le più frequentate citiamo Plaza Mayor e la Puerta del Sol che si trovano a poca distanza l’una dall’altra. In la Puerta del Sol passa il “chilometro zero” a partire dal quale si calcolano le distanze in tutto il paese. La Plaza de España è il punto di partenza della Gran Via, la strada più frequentata e turistica della città.

Tra i musei da visitare a Madrid il più importante è il Museo del Prado che ospita più di 7000 opere e si possono ammirare le opere di maetri come Velázquez, Goya e Ribera, ma anche artisti italiani come Tiziano e Rubens.

Per gli amanti dello shopping, la zona di Barrio di Salamanca è ricca di lussosi negozi, per chi invece ama i mercatini, il più conosciuto è il “Rastro”, allestito lungo la Calle Embajadores ed è il mercato delle pulci più grande di Madrid dove si puó trovare di tutto: mobili, vestiti e oggettistica varia.

1 - Real Jardín Botánico

Una delle mete turistiche più frequentate a Madrid è il Real Jardín Botánico de Madrid, un orto botanico che si trova in Plaza de Murillo, nelle vicinanze del Museo del Prado.

Il giardino venne fondato nel 1775, vicino alla Puerta de Hierro, per volere di Ferdinando VI. Il giardino conteneva più di 2.000 piante raccolte dal medico e botanico José Quer y Martínez. Il re Carlo III fece spostare il giardino nel luogo dove si trova attualmente, a Paseo del Prado. Il giardino venne organizzato su 3 livelli.

Nel 1974 il giardino venne ampliato inserendo ben 10.000 piante. Il giardino venne completamente trascurato e abbandonato durante la guerra d’indipendenza spagnola. Nel 1857 il direttore del Real Jardín Botánico lo rinnovò e venne risistemata la terrazza superiore.

Vai alla Pagina

2 - Plaza de Isabel II

Una delle cose da vedere a Madrid è Plaza de Isabel II, nota però come Piazza dell’Opera. E’ una piazza che si trova al centro di Madird e raggiungibile da diverse strade importanti della città. Una delle strade più importanti che conducono a Plaza de Isabel II è la calle de l’ Arenal dalla Puerta del Sol, le altre strade sono Arrieta, Campomanes, Carlos, Carlos III ed Elisabetta II.

Nel Medioevo ha avuto una importante funzione difensiva. Questo grazie anche ai profondi canyon scavati dal letto del torrente di Arenal, che hanno fatto da fossato naturale. Il muro di protezione, inoltre,  aveva delle torri per la difesa.

Con il ripopolamento della zona, venne appianato il letto del fiume per rendere la zona pianeggiante.

Vai alla Pagina

3 - Parque del Retiro

Il parco del Retiro è uno dei parchi più frequentati di Madrid e si estende per 118 ettari. I giardini e il palazzo Reale che si trova all’interno sono stati progettati tra il 1630 e il 1640.

Furono inoltre costruiti altri edifici, come ad esempio il Teatro del Buen Ritiro, il Casón del Buen Retiro che un è antico salone da ballo e il Museo dell’Esercito. Anche i giardini vennero realizzati nel periodo della costruzione degli edifici, come anche il laghetto e lo Stagno delle Campanule. Fu progettata una gabbia per l’esibizione degli animali e una voliera per gli uccelli esotici.

Nel periodo in cui la Spagna venne invasa dai francesi, i giardini furono utilizzati dalla truppe di Napoleone come fortificazioni e subirono gravi danni, soprattutto il Palazzo Reale del Buon Ritiro che fu completamente distrutto. All’interno del parco si possono ammirare la bellissima Fontana delle Tartarughe, la Fontana del Carciofo e la Fontana dell’Angelo Caduto, il Palazzo di Cristallo e il Palazzo di Velázquez.

Vai alla Pagina

4 - Estadio Santiago Bernabéu

Per gli appassionati di calcio consigliamo una visita all’Estadio Santiago Bernabéu di Madrid che viene utilizzato per le partite in casa del Real Madrid.
Lo stadio è stato ideato dall’architetto José María Castell e i lavori iniziarono nel 1944. Il nome originario era Nuovo Stadio Chamartinma nel 4 gennaio 1955 venne rinominato col nome attuale in onore del grande presidente Santiago Bernabéu. All’interno dell’impianto è presente il museo del Real Madrid, oltre a numerosi ristoranti e lo store ufficiale del club, gestito dall’Adidas.
Lo stadio è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici: vi è la omonima stazione della metropolitana, situata sulla linea 10 e inaugurata pochi giorni prima dell’inizio dei Mondiali del 1982.

Vai alla Pagina

5 - Museo Nacional del Prado

Il Museo del Prado a Madrid è una delle pinacoteche più importanti del mondo. Vi sono esposte le opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi, fra cui Sandro Botticelli, Caravaggio, El Greco, Artemisia Gentileschi, Francisco Goya, Andrea Mantegna, Raffaello, Rembrandt, Pieter Paul Rubens, Diego Velázquez e molti altri.
Ospita una delle collezioni d’arte europea dal XXII al XIX secolo più rinomate al mondo. Il museo nacque come museo per dipinti e sculture ma all’interno si possono ammirare opere di tutti i generi. La collezione è composta di circa 7.600 dipinti, 1.000 sculture, 4.800 stampe, 8.200 disegni.
Il pezzo più importante ammirabile nel Museo Nacional del Prado è Las Meninas di Velázquez.

Vai alla Pagina

6 - Plaza Mayor

La Plaza Mayor di Madrid si trova al centro della città, e a poca distanza troviamo le altre importanti piazze: Puerta del Sol e Plaza de la Villa.
La Plaza Mayor è stata costruita durante il periodo asburgico ed è la piazza centrale della città di Madrid. La piazza ha una forma rettangolare e misura 129 x 94 metri. Sulla piazza si affacciano 3 dei palazzi residenziali storici di Madrid, hanno 237 balconi che danno proprio sulla piazza.
La Casa de la Panadería domina Plaza Mayor.

Vai alla Pagina

7 - Puerta de Alcalá

Uno dei monumenti più significativi da vedere a Madrid è la Puerta de Alcalá assieme alla vicina fuente de Cibeles.
Fu fatta costruire per ordine di re Carlos III e fu messa in opera dall’architetto Francesco Sabatini. Si trova nella Plaza de la Independencia, dove si incrociano le vie Alcalá, Alfonso XII, Serrano e Salustiano Olózaga.
Il nome del monumento deriva dal nome della strada su cui si trova e che conduceva alla località di Alcalá de Henares.

Vai alla Pagina

8 - Plaza de Santa Ana

Un’altra piazza da visitare a Madrid è la Plaza de Santa Ana che si trova a pochi passi della Puerta del Sol e della Calle de Huertas.
Sulla piazza si affaccia il Teatro Español che è il più antico teatro di Madrid, costruito nel 1745. Inoltre si trova anche il lussuoso hotel Reina Victoria, dove alloggiano di solito i toreri prima della Corrida. Si racconta che il famoso torero Manolete alloggiava sempre nella stanza 220 per scaramanzia. Nella piazza si trovano anche le statue dedicate al drammaturgo del Siglo de Oro Pedro Calderón de la Barca e al poeta Federico García Lorca.
Frequentatissima dai madrileni, che ne affollano i numerosi ristoranti e bar, fin dalle prime ore della sera. Il quartiere è infatti ricco di ristoranti, pub e discoteche.

Vai alla Pagina

9 - Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía (MNCARS)

Un altro museo da visitare a Madrid è il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía sull’arte spagnola del ventesimo secolo. Il museo è stato inaugurato nel 1992 ed è dedicato alla Regina Sofia. Fa parte del cosiddetto Triangolo d’oro dell’arte di cui fanno parte anche i musei Museo del Prado e il Museo Thyssen-Bornemisza.
Il museo è dedicato principalmente all’arte spagnola e all’interno si possono ammirare opere di Salvador Dalí e Pablo Picasso, tra i quali risalta il suo famoso dipinto più importante il Guernica. Tra gli altri artisti citiamo: Juan Gris, Joan Miró, Julio González, Eduardo Chillida, Antoni Tàpies e Pablo Gargallo.
L’edificio che ospita il museo era, nel XXVII secolo un ospedale, ma dal 1980 vennero eseguite diverse opere di restauro e ammodernamento. Nel 1988 una parte del palazzo venne aperto per ospitare mostre aperte al pubblico.

Vai alla Pagina

10 - Museo Thyssen-Bornemisza

Uno dei musei da visitare a Madrid è il Museo Thyssen-Bornemisza che è un’importante pinacoteca e centro culturale della capitale spagnola. Si trova lungo il Paseo del Prado, a pochi passi dal museo del Prado.
Nel 1993 il museo è stato acquistato dal governo spagnolo e della sua collezione facevano parte circa ottanta pezzi di arte medievale, rinascimentale e barocca, che vennero trasferiti al Palazzo Reale di Pedralbes. All’interno si possono ammirare circa ottocento opere che vanno dal Rinascimento italiano, alla pittura moderna.
Molti dipinti che si trovano nel museo provengono da una raccolta privata della famiglia Thyssen-Bornemisza. Le opere presenti nel museo erano precedentemente collocate in un museo a Lugano, in Svizzera ma con il matrimonio del barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza con una donna spagnola la raccolta venne trasferita in un palazzo in Spagna.
Da non perdere la più bella fontana del Prado, la fuente de Apalo, disegnata da Ventura Rodriguez che si trova di fronte al palazzo che ospita il Museo Thyssen-Bornemisza.

Vai alla Pagina

11 - Kilómetro 0

Il Kilometro 0 si trova a Puerta del Sol e indica l’inizio della rete stradale di tutta la Spagna.
E’ una delle mete preferite dai turisti e una delle maggiori piazza da vedere a Madrid. La piazza Puerta del Sol è sempre frequentatissima a qualsiasi ora del giorno  e della notte.
 

Vai alla Pagina

12 - CaixaForum Madrid

Per gli appassionati di arte moderna una cosa da fare a Madrid è visitare il CaixaForum che è una galleria di arte moderna nel centro della città.
Fu costruito dagli architetti svizzeri Herzog & de Meuron dal 2001 al 2007 in una vecchia stazione elettrica abbandonata alla quale vennero aggiunti altri piani. Nella casa che si trova accanto vi è il muro verde progettato dal botanico francese Patrick Blanc.
Nonostante il CaixaForum sia un edificio contemporaneo, all’interno si possono ammirare anche mostre di periodi precedenti ed è oggi uno dei musei più visitati della città.

Vai alla Pagina

13 - Santa Iglesia Catedral de Santa María la Real de la Almudena

Da vedere a Madrid è Santa Iglesia Catedral de Santa María la Real de la Almudena, una delle cattedrali più belle di Madrid, è anche la sede episcopale dell’Arcidiocesi di Madrid.
L’edificio ha una lunghezza di 102 metri, è alto 69 metri ed è stato costruito durante i secoli XIX e XX con un miscuglio di diversi stili: neoclassico negli esterni, gotico negli interni e neo-romanica è la cripta. Fu consacrata da Papa Giovanni Paolo II per il suo quarto viaggio in Spagna il 15 giugno del 1993.
La cattedrale si trova nel centro storico della città. La facciata principale si trova di fronte al Palazzo Reale. La chiesa è costruita di pietra Novelda (Alicante) e granito proveniente dalle cave di Colmenar Viejo a Madrid.

Vai alla Pagina

14 - Puerta del Sol

Una delle piazze da vedere a Madrid è la piazza Puerta del Sol che è indubbiamente il luogo d’incontro della vita culturale, notturna e anche commerciale più rappresentativo della città.
Da non perdere i festeggiamenti di Capodanno a Puerta del Sol, che è il centro delle celebrazioni nazionali nella notte di San Silvestro, con il famoso orologio che batte i 12 rintocchi della mezzanotte. Puerta del Sol è sempre stata il salotto di Madrid e la culla commerciale, culturale, amministrativa e adesso anche profana della città come lo dimostra la grande insegna luminosa dello sherry Tio Pepe che domina l’intera piazza.
Puerta del Sol è anche il km 0 della rete stradale della Spagna.

Vai alla Pagina

15 - Palacio Real de Madrid

Una delle cose da fare a Madrid è visitare il Palazzo Reale che è il palazzo più importante della città in quanto è la residenza ufficiale dei re spagnoli. Fu costruito nello stesso luogo dove si trovava un altro palazzo, chiamato Alcázar, che venne però distrutto da un incendio nel XVIII.
Venne costruito nel 1735, per volere del re di Spagna Filippo V. Il progetto venne affidato a Filippo Juvara che morì però l’anno dopo e il progetto fu terminato, con numerose modifiche, dal suo assistente Giovanni Battista Sacchetti. Il Palazzo Reale di Madrid è ancora oggi la residenza ufficiale del re di Spagna, tuttavia il re alloggia in un palazzo più modesto, il Palazzo della Zarzuela. Nel Palazzo reale si tengono tutte le manifestazioni ufficiali e le cerimonie di Stato.
L’edificio ha un’estensione di 135.000 mq e ha 3418 stanze. È amministrato dal Patrimonio Nazionale di Spagna.

Vai alla Pagina