Foto di palermo

Palermo si trova sulla costa nord occidentale della Sicilia, di cui è il capoluogo. A Palermo si trova il più grande porto della Sicilia.

Girando per la città si notano subito le influenze arabe, bizantine e spagnole. Palermo fu una colonia cartaginese, successivamente presa dai Romani, ma passò nelle mani dei Goti, dei Bizantini, dei Saraceni, dei Normanni, e del Sacro Romano Impero. A Palermo si possono ammirare speldidi monumenti ed edifici, circondata da montagne e mare offre al turista qualsiasi tipo di svago e attrazione. I luoghi più belli di Palermo sono la Cattedrale, la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, il Palazzo Reale con la Cappella Palatina. Vicino al centro di Palermo, sul monte San Pellegrino, si trova il santuario di Santa Rosalia, patrona della città.
A settembre vi è un pellegrinaggio che parte dal centro di Palermo per arrivare fino al santuario di S.Pellegrino.

Il mare è fantastico e rappresenta una delle più belle attrazioni per i turisti stranieri.

1 - Spiaggia di Mondello

La spiaggia di Mondello è una delle spiagge più belle e frequentate di Palermo.

La spiaggia è di finissima sabbia bianca che rende il posto simile a un paesaggio tropicale.

Inoltre si trova proprio tra le riserve naturali di Capo Gallo e Monte Pellegrino.

Vai alla Pagina

2 - Quattro Canti

Una delle piazze da vedere a Palermo è piazza I Quattro Canti, o anche nota come piazza Vigliena, o Ottagono del Sole, o Teatro del Sole. La piazza si trova all’incrocio dei due principali assi viari di Palermo: la via Maqueda e il Cassaro, oggi Corso Vittorio Emanuele e ha una forma ottagonale.

Il nome I Quattro Canti deriva dai quattro prospetti architettonici che delimitano lo spazio dell’incrocio. I quattro prospetti sono articolati su più livelli, con una decorazione basata sull’uso degli ordini architettonici e di inserimenti figurativi che, dal basso in alto, si susseguono secondo un principio di ascensione dal mondo della natura a quello del cielo.

I quattro piani di facciata risultano così decorati: al piano inferiore vi sono le fontane che rappresentano i fiumi della città antica; al secondo piano, in stile dorico, contiene le allegorie delle quattro stagioni; il terzo ordine, in stile ionico, ospita le statue di Carlo V, Filippo II, Filippo III e Filippo IV; infine, nell’ultimo ordine, sono rappresentate le quattro sante palermitane, Agata, Ninfa, Oliva e Cristina.

Vai alla Pagina

3 - Palazzo dei Normanni

Uno dei monumenti più belli e visitati di Palermo è sicuramente il Palazzo dei Normanni, anticamente conosciuto come Palazzo Reale ed è la sede dell’Assemblea regionale siciliana.

Il palazzo è la più antica residenza reale d’Europa, in essa abitarono i sovrani di Sicilia e fu la sede imperiale sotto Federico II e Corrado IV. Al primo piano troviamo la famosa Cappella Palatina, che è una basilica a tre navate dedicata ai santi Pietro e Paolo.

All’interno del Palazzo è possibile ammirare anche la stanza di re Ruggero, che si trova all’interno della Torre Pisana e nella quale è possibile ammirare dei bellissimi mosaici.

Vai alla Pagina

4 - Teatro Massimo

Il Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo è il più grande edificio teatrale lirico d’Italia, ed è anche uno dei più grandi d’Europa. Come grandezza il Teatro Massimo è al terzo dopo l’Opéra National di Parigi e la Staatsoper di Vienna.

Ambienti di rappresentanza, sale, gallerie e scale monumentali circondano il teatro vero e proprio, formando un complesso architettonico di grandiose proporzioni.

Vai alla Pagina

5 - Cattedrale di Palermo

Assolutamente da visitare a Palermo è la cattedrale metropolitana della Santa Vergine Maria Assunta che è il principale luogo di culto cattolico della città.

La chiesa fu eretta nel 1184 e, durante l’invasione da parte dei saraceni, la chiesa fu trasformata in moschea. Durante la storia la chiesa ha subito varie modifiche, l’ultima, e anche quella più ponderosa, è stata eseguita alla fine del Settecento: in seguito al consolidamento strutturale venne rifatto anche l’interno della chiesa.

Il restauro cambiò radicalmente l’aspetto originario del complesso, dotando la chiesa della caratteristica ma discordante cupola. Inoltre venne anche distrutta la preziosa tribuna che Antonello Gagini aveva innalzato all’inizio del XVI secolo e che era ornata di statue, fregi e rilievi.

Vai alla Pagina

6 - Piazza Ruggero Settimo

Altra piazza da vedere a Palermo è piazza Ruggero Settimo che, insieme a Piazza Castelnuovo, vengono chiamate come un’unica piazza: Piazza Politeama.

La piazza si trova all’inizio di via Libertà e la sera è sempre molto frequentata dalla gioventù napoletana. Sulla piazza si affaccia il Teatro Politeama ed al centro della piazza è presente la statua di Ruggero Settimo che dà il nome alla piazza stessa.

Ultimamente è stata creata una zona pedonale e sono stati creati dei giochi di luce che rappresentano delle costellazioni.

Vai alla Pagina

7 - Piazza Politeama

Piazza Castelnuovo e piazza Ruggero Settimo formano insieme un unico ampio spazio comunemente chiamato Piazza Politeama. Il nome deriva dal teatro Politeama che domina la piazza.

La piazza si trova alla fine di Via Libertà e all’inizio di via Ruggero Settimo ed è diventata il centro nevralgico cittadino, luogo di incontro soprattutto di giovani grazie alla sua grandezza.

La piazza è quasi interamente pedonale e troviamo un Palchetto della Musica e la statua di Carlo Cottone.

Vai alla Pagina

8 - Giardino Inglese

Il Giardino Inglese è un giardino pubblico di Palermo che venne progettato da Giovan Battista Filippo Basile seguendo l’idea di creare un giardino che seguisse le forme e la morfologia naturale del terreno, dandogli un’area molto più naturale. Per questo motivo venne denominato giardino all’inglese, in contrapposizione con il giardino all’italiana che invece si basa su uno spazio misurato e geometrico. Furono inserite piante provenienti da tutto il mondo.

All’interno troviamo numerose sculture sparse per il giardino, un tempietto progettato, e una serra in vetro e ferro battuto in stile ottocentesco. Nella parte del giardino che si trova nella parte opposta di viale della Libertà troviamo il monumento a Giuseppe Garibaldi.

Vai alla Pagina

9 - Piazza San Domenico

Piazza San Domenico è delle piazze più belle di Palermo. Durante il rifacimento della facciata della chiesa San Domenico, la piazza venne allargata e trasformata per dare più respiro alla chiesa in funzione delle nuove dimensioni della facciata.

Al centro della piazza troviamo la Colonna dell’Immacolata, composta da una grande base di marmo sormontata da un’alta colonna che ha in cima una statua dell’Immacolata. Lo stile della struttura è tipicamente barocco. Alla base della colonna troviamo le statue di due papi.

Recentemente una parte della piazza è stata resa pedonale.

Vai alla Pagina

10 - Foro Italico

Una delle cose da fare a Palermo è una passeggiata al Foro Italico, detto anche Passeggiata della Marina. E’ una grande area verde e rappresenta uno dei lungomare più belli di Palermo che si estende dalla Cala a Villa Giulia.

Il giardino, dopo una riqualificazione della zona, è diventato interamente pedonale e si estende su circa 40.000 m², con piante di vario genere, viali alberati, panchine, sculture, una pista ciclabile, e la sera il viale è completamente illuminato e offre una bellissima panoramica lungo la costa.

Vai alla Pagina

11 - Piazza Magione

Un’altra importante piazza da visitare a Palermo è la Piazza Magione, situata nel quartiere Kalsa. La piazza prende il nome sia dalla Basilica La Magione che dal convento che si trovano sulla piazza.

La piazza venne a crearsi a causa dei numerosi bombardamenti che colpirono la città durante la seconda guerra mondiale. La piazza ha una forma quasi perfettamente quadrata con al centro il convento.

La piazza è centro della vita notturna della città: è spesso frequentata da giovani che si radunano nel prato della piazza. Sono molte anche le bancarelle che circondano la piazza. e vengono spesso organizzati concerti di ogni tipo e genere musicale.

Da qualche anno la Piazza viene utilizzata per commemorare la strage di Capaci del 1992 essendo il luogo dove il magistrato ha trascorso la sua infanzia.

Vai alla Pagina

12 - Duomo Monreale

Se avete un po’ di tempo non potete non visitare il Duomo di Monreale, che dista circa 5 km a sud dal capoluogo. E’ stato costruito per volontà di Guglielmo II e nella costruzione si uniscono differenti stili dell’architettura del nord Europa e dell’arte araba.

Il portico d’ingresso è fiancheggiato da due massicce torri, che però non conservano la forma originale in quanto una delle torri è stata colpita da un fulmine. Molto belle e importanti sono le porte bronzee in stile romanico. La porta principale è costituita da 40 pannelli con scene tratte dalla bibbia, ed è stata costruita da Bonanno Pisano.

Nell’interno si possono ammirare moltissimi mosaici che risalgono ai tempi di Guglielmo II e Tancredi. I mosaici riprendono molto la cultura bizantina ma anche quella romanica, sopratutto i più recenti.

Vai alla Pagina

13 - Stadio Renzo Barbera

Per gli appassionati di calcio e ancora di più di coloro che tifano Palermo, una cosa da fare a Palermo è andare a vedere una partita allo stadio comunale Renzo Barbera che è lo stadio, ma anche l’impianto sportivo, più grande della città. Lo stadio è anche noto con il vecchio nome La Favorita, dall’omonimo parco in cui si trova.

E’ stato inaugurato nel 1932 ma completato nel 1948. Nel tempo ha anche subito numerose ristrutturazioni.
Tra gli anni ottanta e gli anni novanta ha ospitato anche molti concerti. Nel 1987 ha ospitato anche quello di Frank Sinatra, l’apertura della tournée italiana dei Duran Duran e il concerto degli Spandau Ballet.

Dal 2010 l’impianto può ospitare più di 36.000 spettatori distribuiti su due anelli. Una parte dei posti sono coperti e una parte è destinata alle tifoserie degli ospiti.

Vai alla Pagina

14 - Teatro Politeama Garibaldi

Per gli appassionati di teatro, da vedere a Palermo il Teatro Politeama Garibaldi. La parola Politema si riferisce al fatto che nel teatro vengono date rappresentazioni di genere diverso.

Il teatro è situato nella Piazza Ruggero Settimo, anche conosciuta proprio come Piazza Politema. I lavori per la costruzione del teatro cominciarono nel 1867 e il teatro venne inaugurato nel 1874, anche se non ancora completo  e privo di copertura. Questa venne eseguita nel 1877.

La prima rappresentazione è stata “I Capuleti e i Montecchi” di Vincenzo Bellini

Vai alla Pagina

15 - Piazza Marina

Da vedere a Palermo la piazza Marina, situata nel quartiere della Kalsa al centro storico. Al centro della piazza si può ammirare la villa Garibaldi, progettata da Giovan Battista Filippo Basile.

Storicamente la piazza veniva utilizzata durante la Santa Inquisizione per il martirio e l’uccisione degli eretici. Adesso è una delle piazze più importanti della città e centro della movida palermitana.

Nel 2011 il Comune di Palermo ha deciso per il rifacimento delle 3 piazze storiche della città, compresa Piazza Marina. La ristrutturazione prevede il rifacimento della pavimentazione i dei marciapiedi ma anche il restauro della recinzione di villa Garibaldi e dell’intera illuminazione della piazza.

Vai alla Pagina
Booking.com