Foto di siviglia

Siviglia, capitale della Andalusia, è una città che offre sole, calore, allegria, cultura, feste. E’ attraversata dal fiume Guadalquivir, e sono evidenti le influenze romane, arabe. Dopo la scoperta dell’America visse un periodo di grande splendore in quanto il suo porto divenne uno dei più importanti della Spagna.

Il monumento più importante di Siviglia è sicuramente la Cattedrale che fu costruita sulla Moschea Maggiore e si può riconoscere infatti l’influenza araba riscontrabile nell’antico minareto e nel Patio degli Aranci. La muraglia dell’Alcázar è costituita da numerose stanze, saloni, splendidi giardini.

Une delle piazze più importanti di Siviglia è plaza de España, situata nel parco Maria Luisa, nelle sue vicinanze vi è il Palazzo di San Telmo e la Fabbrica Reale di Tabacchi con un’eccezzionale facciata barocca.

Molti dei monumenti di Siviglia sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

1 - Catedral de Sevilla

La cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia è la più grande cattedrale gotica del mondo, ed il terzo edificio religioso per dimensione dopo la basilica di San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Saint Paul a Londra.

Vai alla Pagina

2 - Plaza de España

La Plaza de España di Siviglia è uno degli spazi architettonici più spettacolari della città e dell’Architettura Neo-Moresca.
La piazza è situata all’interno del Parco di Maria Luisa, la sua entrata è molto vicina alla rotonda del Cid Campeador, esattamente di fronte all’antica Reale Fabbrica di Tabacco. L’ingresso alla piazza è libero, ma per evitare atti di vandalismo viene chiusa alle ore 22.

Vai alla Pagina

4 - Alameda de Hércules

La Alameda de Hércules, detta anche più brevemente Alameda, è una piazza di Siviglia, vicina da un lato al fiume Guadalquivir e dall’altro al quartiere della Macarena. Si trova a pochi minuti dal centro commerciale della città.
Risale all’anno 1574. In quest’anno il Conte di Barajas piantò in questi terreni, a quell’epoca acquitrinosi per le frequenti inondazioni dovute alla vicinanza del fiume, con alberi e fontane. Uno degli estremi fu ornato nel 1578 con due colonne provenienti da un tempio romano dedicato a Ercole. In cima furono collocate due sculture: una di Giulio Cesare, restauratore di Hispalis e l’altra di Ercole, mitico fondatore della città. All’altro estremo della piazza, nella seconda metà del XVIII secolo, furono collocate altre due colonne, ornate con leoni e scudi rappresentanti la Spagna e Siviglia.
L’Alameda è stata per molto tempo una delle zone a maggior rischio di inondazione della città, ad esempio, si riporta che nel 1649, la piazza fosse talmente inondata da rendere necessario l’uso di barche per attraversarla.
Nel 1876 i piedistalli delle colonne furono protetti con inferriate. Nel 1885 fu collocata presso le colonne con i leoni una fontana di marmo, proveniente dalla Plaza de San Francisco, accanto al palazzo del Comune. Successivamente fu nuovamente spostata in altri luoghi della città e oggi si trova in Plaza San Leandro.

Vai alla Pagina

5 - Plaza del Salvador

Plaza del Salvador è ubicato al seguente indirizzo: Pl. del Salvador. In questa scheda troverai foto, immagini e informazioni dettagliate su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualunque altro punto sulla mappa.

Vai alla Pagina

6 - La Giralda

La Giralda è la torre campanaria della Cattedrale di Siviglia in Spagna, una delle più grandi chiese al mondo ed un sorprendente esempio di architettura Almohade in Spagna. La torre è un antico minareto Almohade che, quando fu costruito, era la più alta torre del mondo con i suoi 104,1 m di altezza, con una base di 16,10 metri per lato circa, interamente ricoperta in laterizio cotto. È stato uno dei più importanti simboli della città medievale.
La torre, un antico minareto della moschea di Siviglia, fu costruita a più riprese da diverse culture. La sezione principale, islamica, è la parte più antica. Iniziata nel 1156 per ordine del Califfo Abū Yūsuf Yaʿqūb al-Manṣūr dall’architetto Aḥmad ibn Baṣo, fu completata nel 1184. Il materiale impiegato per la sua costruzione proviene da diversi edifici più antichi, comprese le pietre delle rovine della città romana di Italica. La Giralda non ha scale, ma 34 rampe, che consentivano al muezzin, a cavallo, di salire in cima alla torre per intonare l’invito alla preghiera, l’adhan.
Originariamente era sormontata da una sfera di rame, che precipitò nel 1365 a causa di un terremoto. I cristiani sostituirono la sfera con una croce e una campana. Successivamente, nel XVI secolo, l’architetto Hernán Ruiz disegnò un ampliamento, la sezione delle campane per convertire il minareto in una torre campanaria In cima pose una statua rappresentante la fede.

Vai alla Pagina

7 - Plaza Nueva

The Plaza Nueva or Plaza Barria of Bilbao is a monumental square of Neoclassical style built in 1821. Its name comes from the previously existing Plaza Vieja or Old Square in the place where the Ribera Market was built. The square is enclosed by arcaded buildings and accessed by arches known as cuevas.
The main building was the site of the Biscay government, until a new palace was built in 1890. The place is now the site of Euskaltzaindia, the Basque language Royal Academy.
The arches host many traditional taverns and restaurants, some of the most ancient and typical of the city, and some gift and souvenir shops.
Each Sunday, the square provides space for a traditional flea market where ancient books, coins, stamps, birds and flowers are sold.
The square is used often for folk demonstrations, festivals and concerts. The Grand Slam Masters Final, one of the strongest chess tournaments in the world, was held in a glass structure on Plaza Nueva in 2008 and 2009.
Since 2008, the City Council acts as a free ISP providing free Internet access via Wi-Fi in the square.

Vai alla Pagina

8 - Metropol Parasol

Metropol Parasol is a wooden structure located at La Encarnación square, in the old quarter of Seville, Spain. It was designed by the German architect Jürgen Mayer-Hermann and completed in April 2011. It has dimensions of 150 by 70 metres and an approximate height of 26 metres and claims to be the largest wooden structure in the world. Its appearance, location, and delays and cost overruns in construction resulted in much public controversy. The building is popularly known as Las Setas de la Encarnación.

Vai alla Pagina

9 - Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán

Lo Stadio Ramón Sánchez Pizjuán è uno Stadio di calcio della città andalusa di Siviglia, in Spagna.
Ospita le partite casalinghe del Sevilla Fútbol Club. La posa della prima pietra ebbe luogo nel dicembre 1956, mentre lo stadio fu completato nel 1957 e inaugurato nel 1958. Ha una capienza di 45.500 posti.

Vai alla Pagina

10 - Torre del Oro

La Torre dell’Oro è una torre di controllo militare, composta da dodici lati, costruita a Siviglia per ordine del Sultano Almohade del Marocco e della Spagna islamica Abu Ya’qub Yusuf II in modo da controllare gli accessi nella città di Siviglia, attraverso il fiume Guadalquivir. La torre si trova nei pressi di Plaza de toros de Sevilla ed è alta 36 metri.
Probabilmente il suo nome in arabo era Bury al-dahab, Borg al Azahar, o Borg-al-Azajal in riferimento al suo bagliore dorato che si rifletteva sul fiume. Durante il restauro del 2005, è stato dimostrato che questo bagliore, che fino ad allora veniva attribuito a un rivestimento di piastrelle, è dovuto a una miscela di malta di calce e paglia pressata.
Si tratta di una torre composta da tre sezioni, la prima sezione, dodecagonale, fu costruita tra il 1220 e 1221 dal governatore almohade di Siviglia, Abu al-Ula. La seconda sezione, anch’essa dodecagonale, venne fatta costruire da Pietro I di Castiglia, nel XIV secolo. La terza sezione, la cupola superiore, di forma cilindrica, venne costruita nel 1760 dall’ingegnere militare Sebastian Van der Borcht, il quale progettò la Reale Fabbrica di Tabacco.

Vai alla Pagina

11 - Estadio Benito Villamarín

L’Estadio Benito Villamarín, già noto come Manuel Ruiz de Lopera e Municipal de Heliópolis, è uno stadio di calcio di Siviglia, in Andalucía.
Inaugurato nel 1929, già dal 1982 fino al 1997 era intitolato a Benito Villamarín, storico presidente della formazione betica negli anni cinquanta e sessanta. Successivamente venne intitolato al presidente del Manuel Luiz de Lopera, che decise di ristrutturare l’impianto rendendolo più moderno, aumentando anche la capienza, da circa 27.500 a 56.500 spettatori. Dal 2010, dopo 10 anni, è ritornato alla vecchia denominazione.

Vai alla Pagina

12 - Triana

Triana è un celebre quartiere della città spagnola di Siviglia, situato sulla riva destra del fiume Guadalquivir.
Il nome deriva da una colonia romana fondata da Traiano, nativo della vicina città di Italica.
Di Triana erano le sorelle Santa Giusta e Santa Rufina, patrone della città, martirizzate nel 287 d.C., durante la persecuzione di Diocleziano, e Rodrigo de Bastidas, scopritore di Panamá e della Colombia.
Il quartiere ebbe carattere popolare, abitato da marinai e operai e divenne famoso per aver dato i natali a diversi toreri e ballerini di flamenco.
Vi si trovano:
⁕la Chiesa di Sant’Anna, risalente al XIII secolo e parzialmente ricostruita dopo il terremoto di Lisbona del 1755;
⁕il Convento de las Minimas, costruito nel 1755;
⁕la Chiesa di San Giacinto, ricostruita nel 1775 ad opera dell’architetto Matías de Figueroa;
⁕i resti del Castello di San Giorgio, sede dell’Inquisizione.
Il quartiere è collegato al resto della città dal Ponte Isabella II, meglio conosciuto come “Ponte di Triana”, costruito tra il 1845 e il 1852 dagli ingegneri Gustavo Steinacher e Ferdinand Bennetot, monumento storico nazionale dal 1976.
Vi aveva sede la Hispano Aviación, azienda aeronautica attiva nella produzione di velivoli militari.

Vai alla Pagina

13 - Plaza de Toros de la Maestranza

La Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballería de Sevilla, meglio nota come La Maestranza, è una plaza de toros situata a Siviglia. È la più antica di tutta la Spagna ed è il luogo dove si svolte annualmente la Feria de Abril, una dei festival di corride più famoso al mondo. Inoltre è meta di molti turisti, essendo considerata una delle attrazioni più piacevoli.

Vai alla Pagina

14 - Puerta de Jerez

La Reale Fabbrica di Tabacco di Siviglia, è un magnifico edificio, esempio dell’architettura industriale del XVIII secolo. Attualmente è la sede del Rettorato della Università di Siviglia e di alcune facoltà.

Vai alla Pagina

15 - Real Archivo de Indias

Real Archivo de Indias si trova al seguente indirizzo: Calle de Fray Ceferino. In questa scheda troverai foto, immagini e informazioni precise su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altra posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

16 - Museo de Bellas Artes de Sevilla

Il Museo de Bellas Artes di Siviglia è il museo più importante dell’Andalusia, e, per qualità e quantità delle opere conservate, il secondo più importante della Spagna, almeno nell’ambito dei pittori nazionali. Istituito come Museo de Bellas Artes di Siviglia nel settembre dell’anno 1835, venne inaugurato ufficialmente nel 1841. È ubicato nella Plaza del Museo, dominata da un’imponente scultura dedicata a Bartolomé Esteban Murillo. Il museo offre un ampio panorama della pittura barocca sivigliana, specialmente di artisti come Zurbarán, Murillo e Valdés Leal.

Vai alla Pagina

17 - Jardines del Prado de San Sebastián

Jardines del Prado de San Sebastián è posizionato al seguente indirizzo: Av. de Carlos V. In questa scheda troverai foto, immagini e informazioni precise su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi indirizzo sulla mappa.

Vai alla Pagina

18 - Plaza de la Encarnación

Plaza de la Encarnación è situato al seguente indirizzo: Pl. de la Encarnación. In questa scheda troverai foto, immagini e informazioni dettagliate su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altra posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

20 - Barrio Santa Cruz

Santa Cruz, is the primary tourist neighborhood of Seville, Spain, and the former Jewish quarter of the medieval city. Santa Cruz is bordered by the Jardines de Murillo, the Real Alcázar, Calle Mateas Gago, and Calle Santa Maria La Blanca/San José. The neighborhood is the location of many of Seville’s oldest churches and is home to the Cathedral of Seville, including the converted minaret of the old Moorish mosque Giralda.

Vai alla Pagina

21 - Arco de La Macarena

Arco de La Macarena sta al seguente indirizzo: Cl. San Luis. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni dettagliate su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altro punto sulla mappa.

Vai alla Pagina

22 - Sevilla Centro Histórico

In questa scheda troverai una galleria di foto, la mappa e informazioni dettagliate su come raggiungere Sevilla Centro Histórico a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altra posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

23 - Basílica de la Macarena

Basílica de la Macarena si trova al seguente indirizzo: Calle Bécquer, 1. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni dettagliate su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualunque altra posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

24 - Plaza de San Francisco

The Plaza de San Francisco is a major public square in the Historic Center of Quito, Ecuador, upon which faces La Iglesia y Monasterio de San Francisco from which it takes its name.

Vai alla Pagina

25 - Calle Sierpes

Il Palazzo della Contessa di Lebrija è un edificio storico di Siviglia.
Originariamente l’edificio fu costruito nel XVI secolo su un altro preesistente risalente al XV secolo. Agli inizi del XX secolo subì grandi lavori di restauro da parte di Manjón Mergelina, contessa di Lebrija, che lo acquistò nel 1901
Il palazzo, situato in Calle Cuna, è diviso in due piani per ospitare una zona abitabile per l’inverno e una per l’estate. Questo palazzo si caratterizza per la ricchezza di opere artistiche che esso contiene: infatti la contessa era una grande amante dell’archeologia, e proprio per questo motivo raccolse reperti appartenenti a varie epoche e culture. Nella sala Ochavada sono conservati i mosaici di Italica, antica colonia romana, che furono acquisiti dalla contessa nel 1914: tra di essi è degno di nota un mosaico del dio Pan; inoltre sono conservati alcuni busti, statue e teste della stessa epoca. Nel palazzo sono notevoli anche gli elementi decorativi di chiara origine arabi e persiani presenti nel cortile. Una grande scalinata del XX secolo conduce al secondo piano, dove sono presenti un quadro di Antoon van Dyck, uno della Escuela di Murillo e uno di Joaquin Sorolla.

Vai alla Pagina

26 - Rectorado

Rectorado è posizionato al seguente indirizzo: Calle San Fernando. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni dettagliate su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualunque punto sulla mappa.

Vai alla Pagina

27 - Ayuntamiento de Sevilla

Ayuntamiento de Sevilla è ubicato al seguente indirizzo: Plaza Nueva 1. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni nel dettaglio su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

28 - Calle Betis

Calle Betis si trova al seguente indirizzo: Calle Betis. In questa scheda troverai foto, immagini e informazioni nel dettaglio su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altra posizione sulla mappa.

Vai alla Pagina

29 - Plaza de la Alfalfa

Plaza de la Alfalfa si trova al seguente indirizzo: Calle Alfalfa. In questa pagina troverai foto, immagini e informazioni nel dettaglio su come raggiungerlo a partire dalla tua posizione o da qualsiasi altro punto sulla mappa.

Vai alla Pagina

30 - Teatro de la Maestranza

The Teatro de la Maestranza is an opera house located in Seville, Spain.
The theatre was conceived to be one of the main cultural venues of the Seville Expo ’92, and the first performance took place in 1991, shortly before the inauguration of the International Expo. The theatre was re-refurnished in 2005.
Although the Teatro de la Maestranza is mainly devoted to opera, there are also performances of Zarzuela and other musical performances.
The resident orchestra is the Royal Seville Symphony Orchestra. and the artistic director is Pedro Halffter. The theatre is the ROSS’ main concert venue and the home of the Choir of the Friends’ Society of the Maestranza Theatre.
On 16 July 1992, during a rehearsal at the Teatro de la Maestranza for a performance by the Opéra national de Paris of Verdi’s Otello, a suspended platform which formed part of the scenery collapsed onto the stage, killing a female member of the chorus and injuring a further 41 people, several of them seriously.

Vai alla Pagina